in Insidie di internet, ponzianismo, Pubblicità e marketing

Come ti vendo fumo e ti faccio pure contento: il risparmio sulla provvigione.

closeQuesto articolo è stato pubblicato 4 anni 10 mesi 22 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi, se mai lo fossero stati, chiaro, visto la salute mentale dello scrivente. Questo sito non è responsabile per eventuali errori o danni causati da questo problema.

Quando c’è un bisogno qualcuno nel commercio lo deve soddisfare, questo principio è sacrosanto, ma ciò non vuol dire che tutti i bisogni siano fondati su cose concrete né, sopratutto, che i servizi li soddisfino davvero, quei bisogni.

Di cosa parlo?

Parlo di quei servizi, secondo me utilissimi, di coloro che si propongono come alternativa alle agenzie immobiliari a coloro che vogliono vendere o comprare “no agenzia”.

Trovo molto intelligente il servizio, quando si propone come ausilio nell’impostare la campagna promozionale dell’immobile o spiega al proprietario cosa deve produrre e come per premunirsi contro i problemi amministrativi e burocratici di una vendita, in altri paesi tali servizi sono erogati anche dalle agenzie immobiliari, ad esempio, perfino la pubblicazione e la promozione sono pacchetti acquistabili da una agenzia, senza dover pagare per la provvigione (ne avere quindi il servizio di promozione attivo dell’agenzia).

Quindi servizi utili e assolutamente leciti.

Allora, mi direte, cosa perdi tempo a scrivere un tuo pensiero e perché ci fai perdere tempo a noi a leggere questa accozzaglia di parole vuote?

Potrei rispondervi che sono problemi vostri e che leggere i blog degli altri non lo ordina il dottore, ma rispondo più che volentieri (prima di finire internato per schizofrenia).

Ciò che contesto è la falsità con la quale scrivono “RISPARMI LA PROVVIGIONE”. 😀

Non c’è alcun risparmio di nessuna provvigione, non c’è alcun risparmio di niente, anzi potrebbe pure esserci, ma anche no! (cit.).

L’unico modo per risparmiare una provvigione è:  vai da un agente, ti fai trovare la controparte e concludi scavalcandolo (cioè cercando di non pagarlo, frodandolo).

Ora tutti diranno, ma come fai a dire che non risparmio la provvigione: non la pago!

Mica è vero! Non lo sai se non la paghi, in un modo o nell’altro.

Inoltre, analizzando un altro aspetto dell’assurdo ragionamento, si potrebbe osservare che non stai pagando nemmeno il televisore che non hai comprato,il barista non ti sta rincorrendo per il gelato che non hai ordinato ne consumato e che non dovrai pagare nulla di ciò che non hai acquistato… ma andiamo avanti…facciamo un passo alla volta.

Un immobile viene proposto dal proprietario a un determinato prezzo, mettiamo per facilità 200mila euro.

Un privato tratta l’immobile e lo acquista a un prezzo di 180mila.

Senza agenzia entrambi avranno risparmiato la provvigione.

Detto così torna e non fa una piega, ma il punto è che il ragionamento è pretestuoso e calcola l’agenzia senza… calcolarla! 😀

Innanzitutto non è detto assolutamente che un immobile in presenza o meno di una agenzia si venda allo stesso prezzo (come il contrario), quindi se il nostro cliente comprasse con agenzia, continuando con il ragionamento assurdo, si presentano altri due possibili scenari (fasulli come il precedente, badate bene):

1) Il cliente acquirente paga di più l’immobile, mettiamo 190k

2) Il cliente acquirente paga meno l’immobile, mettiamo 170k

(rovesciando le parti, mettendo il venditore al posto dell’acquirente nulla cambia)

Nei due casi sopra, in presenza dell’agenzia, chi ha risparmiato cosa?

Nel primo caso il venditore ha avuto molta convenienza a rivolgersi all’agenzia rispetto alla vendita da privato, viceversa, nel secondo caso, l’avrebbe avuta il compratore, PAGANDO entrambi la provvigione.

Ma allora cosa si arriva a capire?

Si arriva a capire che il ragionamento è fasullo dalla nascita, in quanto l’unico ragionamento possibile è che se fosse possibile confrontare due eventi non ancora accaduti sapendo in precedenza come finiranno ( a quanto si chiude il prezzo con o senza agenzia) si potrebbe davvero (e solo in quel caso) arrivare a fare dichiarazioni come “risparmi la mediazione” o il suo contrario.

Quindi?

Quindi è una piccola “bugia”, fumo per polli e il fatto che un servizio per promuoversi debba vender fumo, quando invece ha delle qualità in se innegabili, mi lascia perplesso.

L’unica cosa che si risparmia davvero è SOLO la sensazione di dover pagare qualcuno per un lavoro che magari si ritiene poco meritevole (considerazione lecita ma non per questo condivisibile come principio assoluto) e quindi si preferisce far da soli, ma da li a sostenere che ci sia anche una convenienza economica, ce ne passa.

I servizi di una agenzia immobiliare (teoricamente 😀 ) permettono di avere “risparmi” in molti ambiti, pagando, s’intende.

Ma non ho voglia di stare qui a promuovere la mia categoria…

tanto dovevo.

dici la tua

Commento

  1. E’ come se un sito di ricette di cucina mi dicesse che con la loro ricetta se cucino io risparmio il prezzo del ristorante! Sicuramente a mangiare a casa si risparmia, ma mangiare bene dipende da chi cucina! Certo il cuoco bisogna pagarlo!

Webmention

  • Conviene davvero comprare senza buccia? - Roberto Ponziani Blog 10 dicembre 2012

    […] Come dicevo tempo fa, io ritengo che i servizi che rispondono ad esigenze precise della gente siano tutti utili. […]