Pellegrino, Racioppi e Ponziani a casa.it

in Gestione delle informazioni, Nuove tecnologie

MLS Aggregator vista da vicino

closeQuesto articolo è stato pubblicato 2 anni 5 mesi 23 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi, se mai lo fossero stati, chiaro, visto la salute mentale dello scrivente. Questo sito non è responsabile per eventuali errori o danni causati da questo problema.

Il 29 aprile alle 5:30 mi sono alzato per prepararmi alla partenza verso Milano, vi giuro che se non mi avessero pagato il viaggio non ci andavo, ma visto che addirittura pagano per conoscermi non ho resistito a vedere che tipi sono (saranno folli), e ho lasciato che la curiosità facesse il suo corso. 🙂

Sono stato accolto alla uscita dalla metro da due sorridenti tipi loschi: Raffaele Racioppi e da Francesco Pellegrino; Raffaele mi dice che mi immaginava più grasso, mentre lui pesa … nulla, e Francesco invece lo avevo già incontrato a Varese, durante una delle mie perdite di tempo passate su un progetto finito male, ma praticamente uguale (solamente nella mia volontà purtroppo) a quello che sto per vedere, finito davvero, finalmente: l’mls aggregator.

Ci siamo avviati verso la sede Milanese di casa.it, che mi hanno fatto visitare e descritto. La sede è il tipico palazzo milanese, leggermente labirintica, con le sale open space a postazioni, e sale sociali e sale riunioni… ecc.. roba da Milano insomma, dove tutti corrono e passano da una attività all’altra.

Fatto il giro sono stato accolto anche da Daniele Mancini, anche lui un “iron man” come Racioppi, che gentilissimo mi racconta un po’ di cose sul progetto, prima di sparire in altre riunioni.

Mi metto con Raffaele ad analizzare il materiale del 22 aprile, in particolare alcuni video che ci fanno capire che in fondo oramai SIAMO AVANTI rispetto ai problemi che in usa stanno affrontando, quindi per paradosso un giorno il progetto di aggregazione come anche io avevo pensato dovesse essere (ed oggi è) sarà probabilmente preso a modello anche da loro!!!

Infatti dalle oltre 800 mls che hanno, stanno cercando di ridurle e di collegarle, anche loro, e stanno affrontando problemi che io ho affrontato nel mio piccolo (creando reti partendo da database differenti) e che anche il progetto MLS Aggregator ha dovuto affrontare con i partners (i gestionali che sono parte del progetto), che comprendono sia problemi tecnici  (es. “come confrontare due dati di clienti in database differenti senza passarsi dati in chiaro?”)  sia problemi pratici e di riduzione impatto, come es.  “come uniformare certe tassonomie e termini?” … e qui mi son messo a sparare insieme a Francesco tutta una serie di cose sul progetto inserendo riflessioni e suggerimenti… che non vi sto a dire ..

Anche Racioppi dopo poco comincia a venire reclamato dove fanno le pianificazioni per il prossimo biennio e ci siamo trasferiti in un altra sala dove ho preso visione del codice, degli algoritmi usati per ottenere risultati di interscambio con rispetto privacy, per eliminare il problema del “mls-id” dove Francesco ha inventato un algoritmo che restituisce codici univoci brevi a uso dell’utenza (es mls-id. V55E partendo da roba tipo ff65b4ee5647d) e riconoscibili anche dal sistema…

Abbiamo parlato delle criticità del Rating soprattuto tra agenti, di chi dovrebeb gestire l’arbitraggio nelle controversie e come, dei problemi di standard nella indicazione delle misure, di come fare per rendere agevole l’inserimento di questi dati in modo che un agente di Canicattì e uno ci Cuneo capiscano la stessa cosa subito… e tante altre cose…

Abbiamo parlato di “agreements” inteso come un accordo che secondo me chi gestisce questi dati aggregati dovrebbe fare con la categoria, sul modello che ha usato NARRealtor con le mls e con move ecc.

Altra cosa che io personalmente vedo positiva, l’esclusione dal circuito di coloro che in passato hanno approfittato della loro posizione dominante per fare politiche muscolari contro i gestionali e quindi, di riflesso contro di noi agenti: se si mordono tra simili, figurati quanti scrupoli hanno con noi.

Tutte cose che io avevo immaginato, pensato e anche usato nei miei piccoli progetti, riproposti in scala più grande ma praticamente come li ho e li avrei fatti io… ero a casa. 😀

Ma in pratica cosa significa per un Agente immobiliare questa cosa? A livello pratico cosa comporta?

Comporta, come ho scritto oramai mille volte (ma stavolta è ATTUALE) che in un vicinissimo futuro (direi anche ora è possibile) chiunque possa fare rete con altri agenti o con altre RETI o con la rete globale proposta da casa.it contemporaneamente, con libertà di piattaforma, quindi connettendosi a prescindere da cosa usa per lavorare, usufruendo dei servizi che di solito sono proprie di piattaforme MLS e che solo all’interno sono possibili, esempio:

io inserisco un immobile nel mio gestionale, e i colleghi in rete hanno notifiche e incroci precotti pronti nei loro gestionali o piattaforme.
Quindi io vedo i colleghi che hanno richieste compatibili e loro vedono che io ho l’immobile compatibile alle loro richieste…
.. o magari segno come “interessante ” un immobile per averne aggiornamenti anche se in realtà i dati risiedono in altre piattaforme, nativamente, mi rendo conto che può sembrare una cosa da poco, ma è una vera e propria rivoluzione, senza precedenti NEL MONDO….
… tutto possibile, anche se io uso “gestionalex” e i colleghi altri gestionali…. (tra le piattaforme che hanno aderito ai protocolli).

Ti puoi creare la rete, metterci il regolamento (o aderire a quello proposto da MLS aggregator) libertà.

Comunque il tempo era tiranno e alle 15 avevo il treno quindi son tornato a casa… con un po’ di gioia e un po’ di malinconia. 🙂

L’importante è il risultato, nonostante tutti coloro che hanno remato contro, oggi c’è.

Ora viene la parte difficile: fare gli uomini.

Se volete sapere qualcosa in particolare fate domande rispondo qui appena mi sveglio dal letargo.

Ciao

Pellegrino, Racioppi e Ponziani  a casa.it

Anche quello a destra è umano.

dici la tua

Commento

Webmention

  • Coming out: servo a qualcuno. Vado. - Roberto Ponziani Blog 2 maggio 2015

    […] Sono andato a casa.it a parlare con Raffaele Racioppi e Francesco Pellegrino e Daniele Mancini del progetto mls aggregator. […]