in Cose che mi capitano, FIAIP, Gestione delle informazioni, Insidie di internet, MLS, Personalmente, ponzianismo

Sono un po’ stanchino, mi metto a lavorare.

closeQuesto articolo è stato pubblicato 1 anno 8 mesi 22 giorni giorni fa quindi alcuni contenuti o informazioni presenti in esso potrebbero non essere più validi, se mai lo fossero stati, chiaro, visto la salute mentale dello scrivente. Questo sito non è responsabile per eventuali errori o danni causati da questo problema.

Questo post è a chiusura di un ciclo, è assolutamente personale, non contiene informazioni interessanti, solo una sorta di partenza, un giro di chiave che non chiude una porta, ma accende un motore, apre un portone… non leggerlo ti eviterà perdite di tempo, poi fai te…

Sono invecchiato, pure male.
Dimostro 30 anni più della mia età da quando avevo 30 anni.
A livello neurologico poi è un disastro, oramai ripeto le stesse cose da oltre due lustri, e sono praticamente incapace di pensare ad altro o rinnovare il pensiero, sono oramai lungo la via del declino, non servo più: avanti gli altri.
D’altronde “no fiaip, no party” direbbe qualche filosofo prestato al mondo immobiliare.

Per la metà migliore (o peggiore?) della vita ho fatto il musicista, quindi i “party” li animavo di norma e francamente per me “festa” ha sempre significato anche “lavoro”…. mi pagavano pure! In fiaip c’era solo la festa e alla fine me la sono fatta fare, la “festa” 😀

Nel mondo dell’impegno di categoria degli agenti immobiliari mi sono dedicato allo sviluppo del social di categoria (primo in assoluto in italia con Boraso), soluzioni informatiche e pratiche che non ho voglia di elencare qua, anche perchè oramai sono state quasi tutte realizzate, anche se non da coloro alle quali le avevo suggerite:
Il ciclo di questa cosa dura praticamente 10 anni, parte dal 2005 e arriva al 2015.
In questo decennio io ho dato a fiaip idee, tempo risorse, e progetti che non sono stati realizzati per ragioni che oramai non mi interessano più e che sono inutili per la storia che verrà (e verranno dimenticate, come noi protagonisti).

Ho provato per oltre 10 anni a dare il mio supporto e contributo alla categoria, attraverso FIAIP ma anche attraverso attività extra federative, sempre in forma volontaria.

La mia formazione deriva da:

0) Fare attivamente l’agente immobiliare dal 2003 come titolare, e nel trienno precedente averne fatto “gavetta”, partendo, a 33 anni, dal suonare campanelli per imparare.

1) aver programmato (php-mysql-js-ajax, partendo da framework creato da Cristiano), il gestionale che usiamo, ad oggi quasi 30 agenti, gestionale che ancora sviluppo e del quale curo la manutenzione, chiaramente ad uso solo nostro e non a scopo commerciale, su nostri server.

2) aver creato e gestito microreti da molto tempo, con forte esperienza delle criticità incontrate e dei rimedi applicati, reti gestite con il gestionale mls da me programmato.

3) aver gestito il primo social di categoria (grazie a Boraso.com) ed esser stato molto attivo in social anche ostili alla categoria, quindi avere fatto gestione social e media manager per la categoria quando ancora non se ne parlava.

4) esser stato dirigente a tutti i livelli nella federazione, ma non tanto per le cariche, ma per la possibilità che ho avuto di “fotografare” sia la realtà associativa che quella di molti colleghi di tutta italia.

5) altro che non ricordo…

Questa formazione e una innata curiosità mi ha portato ad avere delle intuizioni, che ho immediatamente promosso e condiviso con spirito di categoria, quando magari avrei potuto lucrarci sopra,  e col senno di poi lo scrivo: sono un coglione.

Ho sprecato dieci anni a cercare di regalare ai miei colleghi qualcosa che non volevano.

Ora sento che posso smettere di farmi del male e dare quello che posso dare, se c’è, a chi magari lo apprezza, il diabete avanza e francamente non voglio avere rimpianti.

Alla fine del 2015 ho cominciato a ricevere proposte di collaborazione più concrete di quanto avevo portato fino a quel momento, in precedenza, come detto già, mi limitavo a partecipare a brain storming o a dare possibili soluzioni e idee, se non limitarmi ad osservazioni e riflessioni: avevo collaborato così, in maniera leggera, con una start up oramai “startata”, con i gestionali sul progetto wexre più che altro scambiando idee ecc., ma anche con altri che nemmeno ricordo, ultimamente ho scambiato idee anche con i portali.

Ho ottenuto più vantaggi per la categoria e più soddisfazione e conferme delle mie idee lavorando fuori dalle associazioni in pochi anni, occasionalmente,che dentro lavorando un decennio quasi di continuo, lottando con interessi e resistenze tutte interne.

Ho quindi, nel 2016, avanzato la mia candidatura a tutti quelli con i quali avevo avuto contatti, sempre rimarcando che io sono fatto come si vede, tengo molto alla mia libertà di parola e ceco di esser onesto intellettualmente e faccio l’agente immobiliare, per ora.

Sto ricevendo proposte serie e le sto seriamente valutando, ringrazio pubblicamente chi me le ha fatte anche se non so se magari si concretizzeranno.

Quindi è arrivato il ciclo dove penserò un po’ più a me stesso, ma non preoccupatevi, sarò sempre libero di dire cosa penso e forse otterrò più vantaggi così che continuando a dare regali a chi non li desidera.

A presto.
E auguratemi di esser utile a coloro con i quali collaborarò per trovare finalmente la soddisfazione che cerco 😀

dici la tua

Commento