Chi è Roberto Ponziani

Curriculum?

Sono Roberto Ponziani, credo, così dice l’anagrafe.

Nasco in quel di Pistoia, il 9 gennaio 1967.

Oggi ho moglie e figlio, ed è il {$AnnoCorrenteCheTuCheLeggiSai}, ho {$AnnoCorrenteCheTuCheLeggiSai – 1967} anni, ne dimostro 70.

Troppo in fretta?

Ok ricomincio…

Le elementari all’età giusta, nonostante mia madre che cercò di farmi entrare l’anno prima, essendo nato a Gennaio secondo il sentire comune avrei perso dei mesi.

“Sei un bambino prodigio”, mi dissero, e tutte dicevano che ero bellissimo, ma nonostante tutto sono rimasto vergine fino all’età di 18 anni, e credo sia un miracolo che non lo sono restato, e non sono cattolico praticante… però in seconda elementare ero già innamorato di Claudia.

Per il prodigio sto ancora aspettando i riscontri.

In terza media sono passato con “distinto” e non con “ottimo” (con delusione dei professori) in quanto mi innamorai di Daniela, che naturalmente stava con Michele, un ragazzone delle superiori tutt’altro che sfigato come me, l’unica cosa in cui sono riuscito ad assomigliargli è stato il “Si” grigio Piaggio che mi sono fatto comprare, perchè ce lo aveva lui. Per protesta per quell’amore non corrisposto, smisi di fare qualsiasi cosa, il mio interesse per le cose terrene era finito… non ho mai smesso da quel giorno di prendere delle rimbussolate terribili per le donne… ma non ho più né il sì né il Cagiva comprato dopo ne la rimbussolata per Daniela.

Ho fatto le superiori a pezzi, smettendo nonostante la buona media dei voti perchè, in primis mio padre mi ha impedito di fare il conservatorio, in secundis, tradito dalle istruzioni del libricino datomi all’uscita dalla scuola dell’obbligo indicante l’istituto “IPSIA Pacinotti” come il luogo dove si faceva il corso per “apparecchiatori elettronici”… secondo la descrizione questi “individui” avrebbero dovuto essere coloro che “applicavano l’informatica all’industria”, solo che non avevano spiegato che si sarebbero occupati dei trasduttori, non dei computer, che infatti non ho mai visto: abbandonai in terza con sdegno per l’istituzione pubblica, che ancora oggi odio dal profondo del cuore, quando alla domanda “ma i computer quando li vediamo, professore?” ricevetti la risposta “i computer? All’università, se ci andrai!”…

Dopo varie peripezie amorose mi sposo con Vittoria, poi mi separo da Vittoria, poi mi rimetto con Vittoria, poi Vittoria si separa da me: diciamo che sono un abitudinario e do sempre una seconda occasione.

Tornando agli studi, ho finito il tutto tra serali e sacrifici vari, assieme ad amici che oggi non ho più, ne ho incontrati molti altri, di esami, non di amici, quelli sono più rari.

Sono Roberto Ponziani quindi, se non lo fossi probabilmente questo sito non si chiamerebbe “robertoponziani.it” e il mio ego sarebbe leggermente più piccolo… anzi, visibilmente più piccolo… l’unica cosa grossa che ho però sembra sia la testa, non so quanto contenga e di che qualità…

Sono modesto, serio, magro e… bugiardo.

Trovo che la mia migliore qualità sia interpretare al meglio la mia natura di uomo medio, mai senza una luce ne un ombra sufficientemente grandi da contare qualcosa o per distinguersi, ogni pubblicità che vedete, ogni statistica dell’Istat, ogni sondaggio di novella 3000 mi trova ogni volta a dire a me stesso “…è vero!!! Sono io!!!”, credo che i sondaggisti rovistino tra la mia spazzatura… sono la banalità fatta persona, faccio tutto nella media sono un “mediaman” 😉 .

La cosa credo si sia palesata già da  quando facevo il musicista, con tutti che mi dicevano “io ti ho già visto da qualche parte, la tua faccia non mi è nuova” anche se non ci eravamo mai incontrati prima… In un primo momento ho pensato, da buon Narciso o Boccadoro (fate voi) che fosse notorietà, poi ho capito di avere una faccia “standard” dove tutti vedono quello che vogliono vedere, un po come quello che accade quando guardi un cane di qualcuno e ci riconosci la faccia del padrone, ecco, credo che il fenomeno possa esser qualcosa di simile.

Anche nei forum, in passato c’è chi mi ha scambiato per Beppe Grillo (giuro) mandandomi a quel paese, e per strada venivo scambiato per il tipo di “Turisti per caso”, se non fosse per mia moglie (che è molto diversa dalla tipa, in meglio) mi chiederebbero l’autografo… (aggiornamento: la moglie oramai è di qualcun altro e per ora nessun autografo mi è stato richiesto, ma magari sarà perchè non esco più di casa 😀 ).

Resto nel mondo della musica per 17 anni, dal liscio al piano bar, agli studi di registrazione, alle stagioni mare-montagna, ai palchi nelle feste paesane, al piano bar in zona, al liscio, al mio salotto a suonare da solo Beethoven, chiaro di luna, per tirarmi su: una carriera Gaussiana, direi.

Dall’inizio del secolo (suona bene eh?) mi occupo di immobiliare, di contratti, di storie umane, di cafoni ed educati, di principii inutili e di situazioni paradossali, insomma mi occupo di far mettere d’accordo coloro che stanno per vedere/affittare/comprare un immobile, vi assicuro che anche qui ce ne sarebbe da raccontare…

Soddisfazioni e delusioni si alternano in un susseguirsi caotico nel mondo delle agenzie immobiliari e anche e soprattutto tra gli operatori (Agenti Immobiliari e Creditizi) ci sono personaggi non da poco conto.

Poi ecco il web, l’informatica, l’altra mia passione oltre la musica e le persone, mai potuta sfogare per il destino di una scelta sbagliata (grazie al ministero della pubblica istruzione e ai suoi libricini di indirizzo…), entrata prepotentemente nella mia vita grazie al lavoro che svolgo, visto che ne è oramai diventata parte integrante e indispensabile, nonostante i ritardatari recalcitranti.

Ecco quindi che mi butto a imparare html, xhtml, css, php, smarty, javascript, xml,sql e poi termini come SEO, SERP, VIRAL, Augmented reality, QRcode, Ruby on rail (non ci capisco nulla di Ruby ma mi piace il nome)!!

E poi dall’informatica via anche a capire i meccanismi dell’editoria visto che siamo diventati editori (oggi non più) per fare pubblicità ai nostri immobili, e allora giù con CMYK, PANTONE, carta, stampa in piano, lastre…

E quindi ecco che dopo esser stato Delegato Provinciale per il settore in FIAIP, nel gennaio 2010 ho fatto la capsiata di candidarmi a Delegato Regionale Editoria  e Informatica per la regione Toscana e i colleghi ne hanno fatta una ancor più grande concedendomi la loro fiducia, votandomi fino a farmi eleggere…

Poi, siccome rompevoleballe di continuo con i miei “scritti”, in un impeto d’ira, il CN (Paolo Righi) ha detto “Questo Ponziani rompeleballe all’infinito, o lo buttiamo fuori o lo sfruttiamo”; hanno scelto al seconda e mi hanno messo nella cuccia del gatto dei Coauditori Nazionali settore Editoria, Comunicazione e Informatica di FIAIP… Sun Tzu, appunto.

Dopo qualche tempo, visto che mi avevano messo a fare il portale e la mls e non mi facevano fare né il portale né la mls ma solo la “faccia” di un progetto vuoto, ho deciso di ritirarmi nel mio ascetismo in Grotta.

Molti dicono che mi atteggio a GURU, invece dico solo quello che penso, motivandolo e argomentandolo e delirandolo, aspettando che qualcuno smentisca o concordi magari motivando e argomentando… sembra che questa sia una cosa da GURU, oramai… certo i miei modi rudi non aiutano… in effetti, fanguru…

Oggi oltre ad Agente immobile sono consulente a jobact, non so su cosa, per aziende a altissimo livello: non chiedetemi perchè mi abbiano scelto, mi hanno chiamato, mi pagano e mi fanno divertire… finchè dura zitti….

Questo sito l’ho costruito proprio per questo, come vedete ho dato molta importanza alla descrizione di quello che sono, non di quello che è oggi la mia realtà lavorativa, perchè penso che sia giusto farmi conoscere per ciò che sono come uomo, non come “imprenditore” (sarebbe ancora più penoso il racconto),  l’ho costruito avendo in mente lo scambio di idee, vediamo cosa ne viene fuori.

Mi perdonino tutte le persone e gli eventi che non ho citato o citato appena, ma anche io ho una privacy da difendere, anche se non si direbbe, sappiate che se non siete stati citati o ricordati qui, lo siete sicuramente di più in my heart. 😉

Saluti.

dici la tua

Commento

13 Commenti

  1. ..grandissimo e non solo in senso “fisico” Rob…!!!…bellissima questa idea del blog.. che ti invidio un pòg…tanto per fare una rima..o meglio, per scrivere una dei mie tante “bischerate” quotidiane..
    ..ma da un mago telematico come te c’è da aspettarsi questo ed altro..quindi tu sviluppa tutti gli argomenti che vuoi..e noi saremo discepoli tuoi…:-))..e ridaje co’ ‘sta rima..!!..
    ..Suerte, “mastroRob”..||

    • Eheh Gasba, d’altronde, le donne non mi filano più (se lo hanno mai fatto) quindi mi resta solo l’altro interesse della mia vita (oltre alla prole): me stesso! 😀

      Quindi è normale che io abbia erto questo tempio a me stesso, in un orgia di totale follia auto celebrativa 😀

      Se non lofo io… 😀

  2. Ciao Roberto noto con piacere che il passare del tempo non ti ha modificato troppo: eri e sei rimasto un “tipo particolare”!!!
    Chi sono?
    Elena, e ti ricordo che sono stata la madrina di Daniele…. a proposito ma quanti anni ha il “piccino”?
    Un abbraccio a Vittoria.

    ps: in effetti assomigli parecchio al tipo di “turisti per caso”…. e non è una cosa bella!!!!!!

    Ciao.

    • Ola, bellissima 😀
      In effetti la vecchiaia mi ha reso ancor più “aceto balsamico” 😀

      Anche te come hai fatto a finire nel mio eremo???

      Faccio di tutto per non indicizzare sto sito più di tanto! 😀

      • Mi sei venuto in mente ed ero curiosa di sapere se suonavi ancora…. anzi in realtà più di una volta ho pensato a come ti saresti reinventato nel mondo di noi “nonartistitropporazionalipercapire” ma “chedevonolavorarepermangiare”…… ma da quel poco che ho letto direi che lo hai fatto benissimo.
        Peccato, eri bravo come musicista…
        Ciao Roby

          • Hai ragione …. e quando le cose si fanno facciamole bene…
            Comunque come GURU non saresti male…magari quando andrai in pensione… pensaci!