in Senza categoria

Convegno FIAIP FIRENZE sul RUOLO: Report.

Bene, che dire, Simone e i suoi hanno fatto un bel lavoro, ma a parere mio c’era uno del Palaffari che ci voleva far morire dal caldo e aveva manomesso il termostato fissandolo sui 60°…

Bellissimo il cartellone sul lato destro della sala con l’immagine della toscana formata dagli oltre mille nomi degli associati… eh sì, dsiamo tanti… ne fossimo sempre consapevoli…

Vi dico subito che il report non sarà completo perchè sono andato via prima che finisse.

Abbiamo avuto l’intervento di Paolo Righi che ho trovato in linea con quanto penso pure io, quindi per me una perfomance positiva del Presidente (come sono obiettivo eh?), con difesa del Ruolo non per una posizione preconcetta, ma con in mente una tutela che non va azzerata ma semmai implementata e presa finalmente sul serio (altro che vigili urbani che devono controllare l’operato degli abusivi o CCIAA che non fa alcuna sanzione agli Agenti Immobiliari in qualsiasi caso..).

Righi ha insistito sul descrivere l’attività sindacale di Fiaip, richiamando l’attenzione sull’attività politica che effettivamente è stata svolta nel migliore dei modi, non posso dimenticarmi che la federazione ha preferito pensare ad altro in passato (con le lotte intestine) ma ad oggi, seppur in corner, si sta muovendo bene con tutti i crismi.

L’impegno politico di FIAIP è confermato dall’ON. Monica Faenzi che ha dichiarato pubblicamente il suo recepimento delle osservazioni di FIAIP e dello spirito che le motiva, confermando tale indirizzo anch eper l’opposizione (secondo lei) e aprendo la speranza della platea a un possibile cambio di direzione, oltre a confermare che le Associazioni verranno ascoltate in Parlamento (cosa da non sottovalutare). Ringrazio Carotenuto per l’impegno profuso anche per far si che questo interesse venisse a galla.

Righi inoltre ha messo un po di acqua sul fuoco riguardo alla rottura del tavolo di lavoro della consulta, rispondendo a domanda infatti ha posto la cosa come “differenza di opinioni”, mossa elegante, rendiamo merito.

Dalla platea a quel punto il Vice Presidente del collegio di Monza-Brianza Leonardo Caruz si alza sollevando obiezione per la mancanza di contraddittorio, sottolineando la noia e il caldo. Chiudo subito la parentesi dicendo che nonostante non approvi i modi e i contenuti che ha espresso non siano stati molto originali, sottolineando che ritengo positivo il fatto che un associato faccia centinaia di chilometri per dire la sua e per questo io lo ringrazio.

Intervento calmierante di Stefano Bertelli, che fa il riassunto di quanto detto e tranquillizza l’atmosfera.

Continua poi l’intervento dell’Avvocato della CCIAA, che si diverte a spuclaire con dovizia di particolari le incongruenze della cancellazione eventuale, tipo il fatto che a qeul punto tutti sono mediatori se per effetto del loro intervento fanno concludere un affare,  o a farci notare che in caso del REA per altre categoria, la cancellazione del ruolo porterà a dover regolazizzare posizioni oggi lasciate “correre” sollevando un dubbio sulla convenienza del mantenimento del ruolo nella lotta all’absivismo, o al fatto che cadendo il ruolo decade anche ogni anzione oggi prevista legata ad esso, dall’esercizio abusivo (che di fatto non ci sarebbe più o comunuqe non sarebbe punibile) a ogni provvedimento verso inadempienze dei mediatori che non potrebbe più esser messo in atto.

Adesso esco, magari poi integro. Stay tuned!

dici la tua

Commento