in FIAIP

FIAIP: Tavolo di Consultazione Permanente.

Il 23 e il 24 Aprile 2010, ci siamo riuniti tutti i delegati FIAIP di settore per raccoglierci attorno al costituendo “tavolo di consultazione permanente”, voluto dal VPN Annabella Covini.

Tale tavolo ha l’obiettivo di coordinare e raccogliere in modo permanente appunto, tutte le idee e i suggerimenti che arrivano dal territorio nazionale per poterle elaborare e valutare in modo organizzato ed efficace, spingendo anche i delegati regionali (noi) a una attività più intensa e fruttuosa possibile.

Ciò dovrebbe avvenire anche attraverso comunicazioni via MAIL o newsletter, o gruppo di discussione che sia, da istituire in futuro, per mantenere i contatti e renderli frequenti e continuativi.

Bene, cosa abbiamo fatto nella prima riunione del tavolo di consultazione permanente?

L’incontro si è suddiviso in tre sezioni principali:

La comunicazione e l’editoria: come si fanno e i concetti base da conoscere.

I rapporti con la società e la politica: come si fanno le relazioni pubbliche attraverso la comunicazione e attraverso attività di public relations.

Il settore informatica: attività svolte e in programma.

Il tutto analizzando sia gli attacchi mediatici alla categoria (parlare male di noi paga, in termini di interesse) sia il case history della Bolkenstein, per fare un esempio “fresco” di come la categoria possa agire sulla politica per fare azioni di lobbie per difendere al categoria dalla scarsa attenzione e dalla evidente carenza, da parte della politica, di conoscenza di ciò che siamo, cosa siamo, chi rappresentiamo e perchè.

Si è puntata l’attenzione sulla necessità di far sì che si diventi più protagonisti delle informazioni che passano da noi ai media: un articolo che viene mandato a un giornalista senza conoscere le necessità e il modus operandi (30 righe massimo) dell’invio di un Comunicato Stampa ci rende vulnerabili a tagli e sconvolgimenti del messaggio iniziale, con il risultato che l’articolo che esce spesso non rispetta lo spirito con il quale è stato scritto, quando non è addirittura errato nel messaggio, tanto viene distorto, anche in buona fede, per “ignoranza”.

Si sono  analizzati i vari aspetti della comunicazione per capire quanto sia utile poi fare un opera di formazione ai delegati provinciali in questo senso, idea che è stata giudicata dal Tavolo come utile.

Alberto Barbero, ospite/consulente del tavolo, ha esposto delle osservazioni interessanti su come fare “marketing associativo” (così lo chiamo io, ma il termine anglofono che è stato proposto era più corretto, solo che non lo ricordo), la prima è che la “promozione” non finisce mai, va fatta continuamente in quanto la mole di nuove informazioni che quotidianamente riceviamo tende a sostituire le vecchie di continuo, la seconda è che l’attività di promozione e di comunicazione, come quella di rapporto con la politica e con le istituzioni ed enti, va fatta sopratutto nei centri minori, perchè ha molta più eco e più duratura in questi che in una grande città, per il principio di saturazione sopra esposto; ha teorizzato inoltre attività umanitarie o di beneficenza gestite da fiaip direttamente, in modo da rendere permanente il richiamo ad essa almeno per quanto riguarda quell’intervento o quell’opera.

Vincenzo Campo addetto Stampa FIAIP e Direttore di Ai Magazine ,  ci ha spiegato l’attività di AI e i progetti in ponte, senza entrare troppo nel particolare, soffermandosi molto sulla versione on line del giornale ( www.aimagazine.it ), oltre a farci un corso introduttivo su come si comunica e come ci si rapporta con la stampa, anche entrando nel dettaglio quando ci parla del Comunicato Stampa e di come intavolare le collaborazioni con le redazioni dei quotidiani. Su Aimagazine.it, è stto posto anch el’accento sul progetto di farne un archivio di informazione e di raccolta di amteriale, oltre ad aprire molto di più il portale all’utenza, in pura filosofia 2.0, alla buon ora.

Rosa Valletta di ES poi spiega come rapportarci alla politica per fare azione di lobbie in modo efficiente, come reagire in caso di articoli dannosi per l’immagine della categoria, a livello comunicativo, per proporre anche il punto di vista degli Agenti Immobiliari e come usare il tutto per aumentare il nostro misero peso politico, sottovalutato per il fatto che 100mila aziende (intendendo la categoria degli agenti immobiliari intera) che coadiuvano la movimentazione di capitali significativi hanno in potenza un peso politico ben maggiore, specie nei piccoli centri, dove i parlamentari vengono di fatto, eletti. Si è analizzato poi l’attività posta in essere sulla Bolkenstein, a partire da novembre 2009 fino ad oggi (e tutti sappiamo cosa è stato fatto e cosa è stato salvato).

Poi Saul Carrer, Marco Giannico e Gianluca Mezzetti, che chiamerò la  nuova “Commissione Informatica” hanno esposto le novità in campo informatico di FIAIP, raccontandoci tutto ciò che è stato fatto anche a livello di gestione dell’hardware ( i vari server sono stati spostati di sede ad esempio).

Un elenco delle cose fatte e dei progetti dai miei appunti:

• Ristrutturazione delle lan nelle sedi Fiaip.

• Attivazione dei backup dei dati delle sedi.

• Ri-contrattazione dei costi dei vari contratti

• Connettività telefonica via voip tra le sedi

• Cambio delle connettività nelle sedi con connettività commerciali -> risparmio economico

• Posta elettronica: aggiornamenti server, potenziamenti dei server

• Risolte e scoperte alcune criticità posta fiaip: password e inoltro account esterni (problema della mail di ritorno di errore indirizzo: se sbagli l’indirizzo di inoltro e la mail di ritorno non segue gli standard, avvengono loop che bloccano il mail server).

• FIAIP OFFICE dismesso, Agestanet e gesticasa di casa.it in studio/realizzazione, convenzione< XML a alcuni gestionali per export -> cerca casa.

In progetto e proposto dal Tavolo:

• Pec gratuita (valutato…) all’associato o convenzioni con servizi di pec (da valutare)

• MLS FIAIP ->  esigenze degli associati con Replat: gestione?

• Multiportale -> utility per caricare gli annunci attraverso il cerca-casa.

• Cercacasa -> gestionali -> caricamento automatiche. -> multiinvio -> (multi caricamento anche da caricatori come anche one click annunci. ???)

• test dei gestionali vari per caricamento annunci via xml. maggiori dettagli ma ridurre la quantità di campi obbligatori, più facilità di immissione ma anche maggiore disponibilità di dati.

• Osservatorio immobiliare, ampliarne la base dati ( basta seguire l’esempio di Bergamo secondo me)

• Social network: organizzati e coordinati.

• Forum associati: apertura agli associati, creando aree a livelli di accesso differenziato: moderatori?

• Google, usare gli strumenti dello stesso o meno?

• MLSFIAIP -> interscambio di lavoro. Passuti. (Allora è possibile fare fiaip mls no?)

• Siti provinciali regionali: mettere in home page i link ai siti. Domini, scelta personale??? (Ezio Sangiovanni Gelmini)

• Feedback da parte degli associati con sondaggi (Ezio San Giovanni Gelmini)

Inoltre hanno avuto la mia stessa idea 😉 riguardo agli xml, implementando il cercacasa con un sistema di caricamento (tramite xml appunto) che premette in potenza l’interfacciamento dello stesso con tutti i vari portali e gestionali presenti in rete e non: la Fiaip quindi proporrà ai vari fornitori un formato standard dell’xml per permettere l’interscambio dei dati, oltre alla possibilità dell’associato di scaricare il file di backup dei propri dati, in modo da poter “emigrare i dati”, oltre alla possibilità di fare da “centro di smistamento” di dati tra i vari portali, per il caricamento automatico degli annunci, altra funzione ambita dagli associati.

Visto questo sviluppo atteso, io ho proposto che il cercacasa diventi un semplice gestionale, con il tempo, richiedendo intanto la possibilità di avere un motore di ricerca e un sistema di condivisione tra associati, per usarlo come una semplice MLS; in futuro una agenda e un sistema di archiviazione richieste completerebbe il tutto, permettendo anche a chi non vuole gestionali troppo complessi di lavorare, di caricare gli annunci, di condividere gli immobili con chi vuole e sopratutto di esser sempre pronto a fare il “salto di qualità”.

Il tavolo si è poi concluso, tra i saluti.

Mi è piaciuto molto l’incontro con Arosio e Gelmini, che mi hanno raccontato un altro pezzo di storia della FIAIP, che custodirò gelosamente, dubitando ad veritatem pervenimus.

Saluti.

dici la tua

Commento

11 Commenti

  1. Sembra che questo post abbia creato scompiglio nella dirigenza 😀

    In soldoni, sembra che al pubblicazione divulgativa dei lavori, che per me è motivo di vanto, agevoli la concorrenza 😀

    E io che pensavo che invece attirasse associati e che facesse piacere a chi associato è già e vorrebbe conoscere cosa viene fatto in fiaip! 😉

    Eppure a Annabella era piaciuto, me lo ha pure detto per telefono… mah!

    Vediamo… 😉

  2. Attenzione, io l’ho provato, Agestanet non valorizza gli accessori delle case (giardino, terrazza, stato dei luoghi, piano, numero di wc) nei motori di ricerca…..e quando lo fa’ spesso sbaglia………diteglielo.

      • AgestaNET è un ottimo gestionale io lo stò utilizzando da quasi due anni e devo dire che lo trovo molto completo e in grado di rispondere alle esigenze organizzative di un’agenzia immobiliare

    • Agesta net dovrebbe essere il primo di molti…. si sta ritardando un po troppo a mio parere, con gli accordi… ho sentito Fresolone di RevoAgent che mi confermava, fino a una decina di giorni fa, il più assoluto silenzio…e siparla di un gestionale con oltre 1500 istallazioni paganti.

Webmention

  • Va bene la passione per il sindacato ma non esageriamo! | Kettyincreta 14 Giugno 2010

    […] Ven­erdì 23 e sabato 24 sono pure andata a Marina di Massa, due interi  giorni fuori casa non per diletto ma per­ché con­vo­cata dalla diri­genza Fiaip. […]