Cercacasa e mls aggregator voci dal passato.

Per la serie #parlodasolo  sto ripensando a vecchie storie e a quanto avviene oggi…

Leggete (parlo con i lettori immaginari) e poi ditemi se non mi devo incavolare con colleghi come la Increta, che sputa sentenze con memoria corta, cortissima…

Questa è la MIA mail che fece incavolare la dirigenza e che fu IGNORATA DA TUTTI GLI ASSOCIATI RESPONSABILI DI INFORMATICA DEL TEMPO, inviata a molti dirigenti KETTY COMPRESA, ai tempi della mia dipartita (prima mi sospendono, chiedendomi scuse pubbliche per farmi rientrare che io non concedo di certo se non cambiano strada, e come è andata poi lo sapete)… se vi interessa, vi avviso che è lunga :

La mail è stata inviata in due versioni, il 14 giugno 2013 a circa 80 dirigenti, una scritta con l’ipad di getto, l’altra “corretta”  a distanza di un ora: qui incollo quella di getto togliendo solo i refusi e togliendo continui riferimenti alle persone, lasciandoli una vlta sola.

Nei commenti anche la mail inviata poco dopo dove comunico il mio rifiuto a rimanere.
Le mail private tra me e Paolo Righi sono chiaramente escluse.

“Carissimi Colleghi tutti, Continua a leggere

MLS Aggregator vista da vicino

Pellegrino, Racioppi e Ponziani a casa.it

Il 29 aprile alle 5:30 mi sono alzato per prepararmi alla partenza verso Milano, vi giuro che se non mi avessero pagato il viaggio non ci andavo, ma visto che addirittura pagano per conoscermi non ho resistito a vedere che tipi sono (saranno folli), e ho lasciato che la curiosità facesse il suo corso. 🙂

Sono stato accolto alla uscita dalla metro da due sorridenti tipi loschi: Raffaele Racioppi e da Francesco Pellegrino; Raffaele mi dice che mi immaginava più grasso, mentre lui pesa … nulla, e Francesco invece lo avevo già incontrato a Varese, durante una delle mie perdite di tempo passate su un progetto finito male, ma praticamente uguale (solamente nella mia volontà purtroppo) a quello che sto per vedere, finito davvero, finalmente: l’mls aggregator.
Continua a leggere

Fare l’agente immobiliare è facilissimo!

Fare l’agente immobiliare è facilissimo.

4obx4v

Farlo meglio degli agenti immobiliari ancora di più, sentendo in giro.

Lo dicono anche le Banche che si mettono a fare le agenzie: NOI LE FAREMO MIGLIORI.

Effettivamente se dovessi analizzare le mie mediocri capacità, darei ragione al luogo comune, ma la realtà spesso mi ha fatto capire che il nostro lavoro è facile quanto può esser facile qualsiasi lavoro… se sai farlo bene, davvero.

Continua a leggere

Portali immobiliari: Se io fossi un cliente

Se io fossi un cliente, visto che su immobiliare.it, casa.it e subito.it ci posso andare da solo gratis (cercando) o con poche decine di euro (vendendo/affittando), perchè dovrei pagare un agente per questo?

Se mi faccio l’annuncio da solo, descrivo la casa meglio di qualsiasi agente, faccio le foto con amore ecc.

Semmai mi rivolgerei ad agenzie che hanno circuiti alternativi a quelli che mi sono raggiungibili … 🙂

Se io fossi un cliente che vende (per l’affitto al limite va bene anche se il rischio c’è comunque) tra l’altro eviterei però di uscire su determinati portali per evitare di esser assillato dalle agenzie anche se ci scrivo “no agenzia”.

Se io fossi un acquirente potenziale mi guarderei bene dal mandare una richiesta su questi portali, per evitare di venire poi assillato da tutte le agenzie fino al punto che alla ventesima telefonata sono costretto a dire “ho già trovato” per autodifesa personale…

E nel frattempo gli agenti vendono la loro presenza su questi portali come un plus-valore…

 

Perchè aderire a una associazione di agenti immobiliari?

Molti colleghi si chiedono se le associazioni di agenti immobiliari abbiano una qualche utilità, qui proverò a dire la mia, disincantata, opinione.

Prima la parte negativa.

Dal 2014 io non farò più parte di FIAIP,

son partito dal blog degli agenti immobiliari che ero già associato, prima realtà social di rilievo per la categoria, oggi immobiliare.com e sostituita più che degnamente da immobilio.it lamentandomi di quanto le associazioni fossero lontane dal tempo che viviamo, son stato sfidato a fare qualcosa, c’ho provato e ho fallito su tutta la linea, quel poco che ho ottenuto, che poco non è, l’ho ottenuto con uno stratagemma: non dichiarandolo.

Tra tutte le cose che ho contribuito a attivare infatti, una sola ne salvo, la meno ovvia e palese: oggi infatti abbiamo uno standard di fatto nell’interscambio di dati tra gestionali, cosa che potrebbe avere immense applicazioni come nessuna, dipende da chi ci amministra, il che non consola ma almeno una possibilità c’è, ma questo non è un valore che possa venir percepito da molti di noi, e quindi destinato all’oblio vista la dirigenza attuale che non capisce una mazza di cosa possa essere una gestione delle informazioni adeguata ai tempi che viviamo (ma li votano quindi…) . Continua a leggere

Sta cominciando il sorpasso.

Negli ambienti informati, si vocifera che il traffico sui portali maggiori non arrivi più in maggioranza da “organica” (l’utente che cerca su un motore di ricerca e clicca su un risultato) ma arrivi “diretto” principalmente.
Ciò è quasi sicuramente dovuto a una forte deviazione del traffico sulle app. mobili.

E i grandi dirigenti delle associazioni degli agenti immobiliari cosa fanno? 😀

Un portale… lo fanno e lo lasciano li, friggendo con l’acqua calda…
Gestione informazioni?

ZERO.

Valorizzazione e controllo?

ZERO.

Sviluppo e promozione della cultura della condivisione delle informazioni tenendo conto della realtà italiana?

ZERO.

Ai posteri e al tempo le risposte che vi ho anticipato: sarà colpa vostra e ve lo diranno anche coloro che avete votato.

Ad majora.

Gli Agenti Immobiliari dovrebbero fare altro.

Non so se avete notato, ma in Italia e credo solo qua, gli agenti immobiliari sono molto presi in considerazione da persone che non fanno il loro mestiere, e da queste vengono continuamente redarguiti su come devono lavorare, su cosa dovrebbero o non dovrebbero fare, pensare et-cetera-et-cetera.

Si va dal mero giornalista all’esperto di marketing, passando per l’edicolante, il macellaio, l’impiegato: tutti sanno ciò che dovrebbero fare gli agenti, sanno dove sbagliano e conoscono le soluzioni.

Le loro convinzioni si basano sul “sentito dire”, in pratica vanno nei forum di qualsiasi genere e assorbono le varie teorie e spunti e notizie, fino a elaborare una loro teoria o convinzione sulla quale basano i loro giudizi e le loro osservazioni.

C’è quella di chi vende qualche servizio, sia agli agenti stessi che al pubblico, quella di qualcuno interessato al mondo immobiliare, qualle di qualche professione dello stesso “settore”…

Quali sono le fonti, qual’è la ragione di questo movimento nato spontaneamente per creare “l’agente immobiliare migliore”?

Sempre noi: gli agenti immobiliari stessi.

L’agente immobiliare, in italia, è l’unica categoria che parla di sé in modo aperto da anni, in rete, inoltre la sua eterogeneità permette anche “generalizzazioni al ribasso”, tra l’altro motivate dalla effettiva mancanza di “qualità media riconoscibile”. Continua a leggere

Posizionamento siti su google: attenzione a credere alle facili promesse.

Salve a tutti.

Ho ricevuto da poco una telefonata di marketing da una società che, sfruttando il nome Google ™, dicendo prima di lavorare “per” Google italia e poi, rispondendo a una domanda precisa di chiarimento e conferma sul fatto che lavorassero per Google™ correggendo in “società leader nel posizionamento su google in italia” ;-), mi proponeva di far parte dei “fortunati” che nell’ottica di un ri-posizionamento dei siti da parte di Google ™” verranno messi PER SEMPRE in alto nei risultati, senza possibilità che vengano mai più “spodestati”.

In soldoni, vi promettono , in cambio di denaro, di mettere il vostro sito in alto nella lista dei risultati per sempre, a scapito della concorrenza :D e di far parte di questa cerchia di eletti da “google”, e dicono che ciò avverrebbe per una sorta di “revisione” degli elenchi…

Invito a diffidare di tali promesse, in quanto impossibili da realizzare (e al limite del raggiro) e spesso perfino dannose se effettuati con pratiche cialtrone di posizionamento, che danno a volte risultati immediati con decadenza finale, spesso difficilmente recuperabile.

Chiaramente segnalerò tale comportamento a Google italia che spero attui le necessarie verifiche al fine di verificare se c’è comportamento lesivo della loro immagine.

Gestione delle informazioni: La Ponzilla n. 2.

Sempre a proposito della corretta gestione delle informazioni da parte di chi le produce….mentre casa.it lancia, con l’aiuto del sole 24 ore, l’ennesima cazzata guarda caso sulle quotazioni di mercato che vi invito a approfondire cliccando qua e del quale riporto solo un misero passaggio, vi lascio con la ponzilla n. 2.

È l’indice Key market price (Kmp) elaborato dal Centro Studi di Casa.it, nato per individuare il valore che rappresenta il punto ideale d’incontro fra le richieste di prezzo del potenziale acquirente e il prezzo atteso di realizzo da parte del venditore. […] Il valore Kmp di Casa.it, che per semplicità viene espresso in euro al metro quadrato [non dico altro :D], punta a dare un’indicazione chiara e reale del punto di incontro tra domanda e offerta, che al momento sul mercato non trovano invece il prezzo ideale al quale convergere affinchè si possano chiudere le trattative

Se volete dormire tranquilli, evitate la postilla e continuate a far finta che questi temi non esistono.

Si parla di me… :)

Per chi ha visto il video ‪#‎fiaip‬ piemonte, quando parla di me, sappia che Paolo Righi ha detto tutte cose vere quando parla di me nel video, compreso la mia testardaggine… ma è vero anche quello che “non ha detto”, cioè che se mi avesse dato ascolto prima, su tante cose (visto che il progetto come dice lui, viene da me) si sarebbero risparmiati soldi e avremmo avuto più risultati. Inoltre, ci tengo a ribadire, che se mi mandi TU a fare due progetti in una ditta, su tuo mandato, e poi li fai votare all’unanimità a Roma, dire che “il ponziani voleva farti firmare per forza 300mila euro di progetto”, è credibile solo da chi non ha due neuroni collegati… 

Il video dove si parla del ponziani

Le responsabilità di una scelta tra due opzioni motivate e argomentate non sono errori, sono scelte sbagliate: se ponziani ti dice “l’usabilità non va bene” e tu non lo ascolti e ascolti altri, se poi ti tocca rimediare…

Se ponziani ti dice “la seo non va bene” e tu non lo ascolti, ascoltando i soliti altri e poi invece…. sono scelte, NON errori. (e grazie al ponziani oggi ti vanti di risultati che ti ha portato NONOSTANTE voi).

Se ponziani dice i flussi non vanno bene… e si dice “è colpa degli altri” e ponziani sistema tutto, forse… era sistemabile da subito no? .)

L’unica cosa che va male nel cercacasa sei TU (PN) e chi lo ha diretto senza ascoltare (Covini, Mezzetti)…

Sono io che ti ho detto facciamo l’usabilità e non facciamo il link building che volevi fare tu quando hai deciso di non fare il progetto che hai fatto votare a roma (e ti prendi meriti miei…)…[per chiarire meglio: il progetto proposto dal PN a roma viene approvato all’unanimità (tra l’altro per l’ennesima volta); Il pn tace per un po’ di tempo, poi comunica alla ditta che non farà alcun progetto dei due presentati e di fare solo un po’ di linchbilding, di fare LA seo 😀 (non sa di cosa parla quindi usa termini a caso, potrebbe dire anche fammi le brioches, per quanto ne sa); la ditta mi comunica le nuove e coscientemente mi dice che è una cosa inutile, buttare i soldi (passati e presenti) allora io dico “usiamo questi soldi per benefici duraturi, rifacciamo almeno l’usabilità e puntiamo a limitare i danni..” e poi tale decisione viene comunicata a Righi, che la sposa.]

Sono onesto perchè posso dire in pubblico cosa penso e cosa ho fatto e vissuto, non avendo nessun interesse secondo, tranne quello di far funzionare quello di cui mi occupo.

Chi ha cervello capisce che se tu mi mandi a fare un progetto da 10mila euro o da 100mila euro non sono io a deciderlo  Il problema del ‪#‎cercacasa‬ è che è diretto da incapaci, e svenderne pezzi importanti, come le ‪#‎mls‬ non aiuta: nel mio progetto è l’unica #mls al mondo che permette condivisione tra piattaforme differenti, da voi direttori sabotato per incapacità, vedi impossibilità di condividere annunci importati, che è uno scandalo, e per farlo si è dovuto aggiungere il limite, perchè naturalmente NON c’è  occomemai? “Il problema del ragazzo” (lo prendo come affettuoso, ma ho quasi 50 anni) è che lavorare gratis per la federazione dovendo risolvere anche i problemi che mi create voi e venir estromesso (salvo poi, in privato, pregarmi di rimanere con mail ad hoc) perchè denuncio l’ennesima spallata al progetto con mls commerciali mentre ti faccio l’usabilità per risolvere di nuovo le magagne createci dal tuo team… sinceramente non fa per me. Non esiste alcun Presidente che può permettersi, mentre gli dono qualcosa, di mettermi dietro la lavagna quando dovrebbe andarci lui.  Se mi paga 5mila euro al mese, forse, potrebbe anche farlo… ma siccome ti ho levato le castagne dal fuoco generate dalle tue decisioni e da chi paghi per prenderle più di una volta, quando prendi decisioni riguardanti il progetto (mls) che lo danneggiano ne hai certamente l’autorità, ma non mi trovi di certo complice.